sabato 24 marzo 2018
Velino-Sirente – Velino m 2487

Da Valle Porclaneta, Vallone di Sevice, Monte Sevice
Escursione in auto private
Escursione 1000+

Difficoltà: EE rp
Dislivello in salita: 1500 m ca.
Dislivello in discesa: 1500 m ca.
Lunghezza: 17 km ca.
Ore: 8.30 ore escluse le soste

Accompagnatori:
DdE Stefano Frigeri 347.7120052
DdE Vanessa Giovagnoli 339.8928360

Descrizione:
Da Santa Maria in Valle Porclaneta (m. 1020), per il Vallone di Sevice, la Selletta dei Cavalli (m. 2112) il Monte Sevice (m. 2355) e la cresta nord est del Velino. Ritorno per lo stesso itinerario.

 

La partecipazione è riservata solo a soci allenati e ben equipaggiati, in possesso di adeguata esperienza su terreno innevato con l’utilizzo di ramponi e piccozza e conoscenza delle tecniche di arresto.

Sarà cura dei soci regolare i ramponi sui propri scarponi la sera prima della partenza.

Per l’escursione al Monte Velino il numero massimo dei partecipanti è fissato in 12 soci.

Appuntamento: ore 6,20 Magazzini Metro (Uscita GRA n.15 LA RUSTICA);
PARTENZA: ore 6,30

Equipaggiamento: Equipaggiamento da montagna invernale ghette- guanti – ramponi – piccozza – lampada frontale. Utili i bastoncini telescopici e occhiali da sci
Iscrizioni: I direttori si riservano la facoltà di selezionare i partecipanti, sulla base della conoscenza personale o di quanto emerso nei colloqui, in sede di iscrizione. Quest’ultima dovrà essere effettuata entro giovedì 15 marzo ore 17,00 al seguente indirizzo email: stefanofrigeri@yahoo.it, specificando attività di montagna svolta e disponibilità autovettura (n.posti). Per eventuali comunicazioni indicare un recapito telefonico. Entro venerdì 16 marzo, ore 13,00 sarà data comunicazione degli ammessi.
Costo: Il costo dell’escursione è di euro 5,00. Le spese per i mezzi di trasporto sono a cura dei singoli partecipanti. I soci che mettono a disposizione la macchina non partecipano alla suddivisione delle spese di autostrada e carburante (a carico del resto dell’equipaggio).
Note: . i direttori si riservano la facoltà di modificare l’itinerario segnalato laddove le condizioni meteo nivologiche lo rendessero necessario.