L’Appennino
Rivista della Sezione di Roma

Direttore responsabile: Elisabetta Moffa
Direttore editoriale: Paolo Ascenzi
Contatti: comunicazione@cairoma.it

 

Numero 1 del 2015
Finito di stampare nel mese di marzo

In copertina: Rocca Calascio (foto di Paolo Baldi)

Accompagnati da Stefano Protto abbiamo voluto percorrere un lungo tratto della storia della nostra rivista fino alla sua prima copertina a colori. Michela Allevi e Amedeo Parente ci hanno raccontato del progetto LH, sviluppato in ambito regionale dal Cai Lazio per portare sulle nostre montagne persone con ridotta capacità motoria o con disabilità visiva. Siamo poi ritornati a Rocca Calascio, dove appena due anni fa avevamo festeggiato il 140° compleanno della Sezione. Paolo Baldi ci ha raccontato della gioia, dell’amore, delle speranze e delle difficoltà di una famiglia – la sua – che ha scelto di vivere, per farla rivivere, nella Rocca.

 

Numero 2 del 2014
Finito di stampare nel mese di novembre

In copertina: Lago del Salto (foto di Elisabetta Moffa)

Un ampio rinnovamento ha interessato la Sezione dopo le elezioni di maggio. Il numero si apre con le nuove cariche sociali. Ampio spazio viene poi dato ad un importante documento: il nuovo elenco delle vette dell’Appennino di quota pari o superiore ai 2000 m, elaborato dalla commissione costituitasi per iniziativa del Club 2000m e composta dal direttivo dell’Associazione nonché da rappresentanti delle sezioni CAI di Roma, Frosinone, Lanciano, Palestrina, Rieti e Pietracamela, della Società Geografica Italiana e di Federtrek.

 

Numero 1 del 2014
Finito di stampare nel mese di marzo

In copertina: Il tetto di Anna (foto di Guglielmo Fornari)

Il numero è interamente dedicato al Monte Morra ed è stato concepito per celebrare i 140° anni della Sezione. Come ricordato da Betto Pinelli, durante i festeggiamenti del centenario, nel 1973, il Morra attraversava una grande stagione. Lì si sono formati i più grandi arrampicatori romani, ma le sue pareti sono state salite anche da alpinisti di paesi lontani, personaggi famosi quali Tone Valeruz e, fra i “Ragazzi di Via Panisperna”, Edoardo Amaldi. In seguito i numerosi crolli, l’abbondante vegetazione e le precarie protezioni sulle vie d’arrampicata hanno relegato il Morra all’oblio. 

 

Numero 2 del 2013
Finito di stampare nel mese di novembre

In copertina: Santo Stefano di Sessanio. Le geometrie della natura (foto di Josef Milic)

In questo numero proponiamo un’intervista ad Enza Guerra e Gerardo Chiocchio, che nel 2013 hanno festeggiato la loro 1000a salita al Velino. A seguire, un interessante excursus storico sul paese e il territorio di Santo Stefano di Sessanio. Le esperienze ed itinerari ci portano sul Monte Bellaveduta, sul confine occidentale del PNALM. Il focus è dedicato ad un’intervista ad Alessandro Gogna, ad oltre trent’anni dalla pubblicazione del suo libro "100 nuovi mattini", nonché ad un articolo sulla prevenzione del pericolo di valanghe nella pratica dell’escursionismo invernale con le ciaspole.

 

Numero 1 del 2013
Finito di stampare nel mese di marzo

In copertina: ottobre 2012, V Raduno di Cicloescursionismo – Roma, il Parco degli Acquedotti, sullo sfondo l’Acquedotto Felice (foto di Diego Toma)

Questo numero è in buona parte dedicato al V Raduno Nazionale di cicloescursionismo in MTB, svoltosi a Roma nell’ottobre scorso. Inoltre proponiamo una relazione di Roberto Bernardi sulla via ferrata Felice Spellini, nelle Dolomiti di Brenta, ed un articolo che dà voce ai ragazzi dell’Alpinismo Giovanile, che raccontano l’esperienza vissuta nel campo estivo del 2012 in Val di Sole. Il focus è dedicato al tema del collezionismo di cime, con un’intervista a Livio Rolle, uno dei fondatori del Club 2000 m.

 

Numero 2 del 2012
Finito di stampare nel mese di novembre

In copertina: giugno 2012, Festa della Sezione: il rifugio sulla piana di Camposecco – confine tra Lazio e Abruzzo – a 1300 m (foto di Giampaolo Maoloni)

In questo numero il racconto della Festa della Sezione, che ha condotto ancora una volta un esercito colorato di escursionisti nei luoghi della battaglia combattuta per la salvaguardia di Fosso Fioio. Tra le esperienze, gli itinerari “rari” percorsi da Giorgio Giua in occasione della straordinaria nevicata di febbraio e la nuova via tracciata da Pino Calandrella e Ferruccio Modesti sul Terminillo.
Ancora un approfondimento, questa volta con Luca Mazzoleni, gestore del Rifugio Franchetti, sul tema dei limiti legislativi alla fruizione della montagna.

 

Numero 1 del 2012
Finito di stampare nel mese di marzo

In copertina: il Monte Mezzana dal paese di Castrovalva (foto di Angelo Monti)

Una nuova veste grafica, una carta meno costosa e al tempo stesso scelta in base a requisiti di sostenibilità e di rispetto per l’ambiente, e soprattutto una più ampia squadra per la rivista della Sezione di Roma. Nel primo numero dell’anno grande spazio è dedicato alla Festa annuale della Sezione e alle iniziative intraprese per la salvaguardia di Fosso Fioio. Tra gli approfondimenti, un’intervista a Betto Pinelli sul tema dei limiti legislativi alla fruizione della montagna.