LOGO-Montagnaterapia-2
martedì 17 maggio 2022
Monti Martani – I Prati

Escursione in auto private, organizzata dal Gruppo Montagnaterapia

tipo escursione

Difficoltà: E
Dislivello in salita: 420 m ca.
Dislivello in discesa: 440 m ca.
Lunghezza: 8 km ca.
Ore: 4,30 ore escluse le soste

Accompagnatori:
ASE Giampaolo Cavalieri 3358227738
DdE Giuseppina Leone
Collaborazione Marco Lo Perfido

Descrizione:
Escursione Gruppo “Luca Mariotti”

In auto : A1 uscita Orte , superstrada per Terni uscita Terni Nord , appuntamento poi proseguire per Carsulae https://goo.gl/maps/5jgM96g3aX9YXwdG6  e poi per sterrata : https://goo.gl/maps/CwyRVQfX8tTUQzT1A.

A piedi : dal parcheggio ci avvieremo per una sterrata verso SW per incontrare un sentiero che svoltando decisamente per SE ci portera prima al Monumento Cimarelli (Germinal Cimarelli partigiano sacrificatosi durante un rastrellamento per consentire ai compagni di salvarsi )  e poi sulla cima del Monte Torre Maggiore  a 1121 m ,  (area archeologica con i resti di un tempio italico frequentato già dal V secolo a.C.: il ricordo del luogo di culto si ritrova anche nella precedente denominazione Ara Major. In prossimità della zona sono stati rinvenuti numerosi bronzetti votivi a forma di guerrieri o di pastori ). Torneremo poi sullo stesso sentiero in direzione NW fino a raggiungere Poggio Chicchirichi a m 904 per poi scendere alla “ Romita”  che visiteremo .  Il vasto Convento di Santa Maria Annunziata, meglio noto come Eremita di Cesi o Eremo di Portaria sorge lungo l’antica strada che nel passato collegava Carsulae a Spoleto attraverso i monti Martani, sul monte Torre Maggiore a circa 800 metri slm- Qui, tra gli anfratti della montagna preesisteva un eremo dove, verosimilmente, nel IV secolo si erano ritirati i santi vescovi siriaci Procolo e Volusiano e accanto al quale i benedettini eressero una cappella che doveva servire da rifugio per una piccola comunità di monaci e come luogo di culto per i pastori che si spostavano stagionalmente nel territorio.Il convento fu fondato, nel 1213, da S. Francesco d’Assisi, che abitò per un certo periodo in una grotta nei pressi di una chiesa che gli aveva donato il vescovo di Spoleto, probabilmente la cappellina di S. Caterina decorata poi con affreschi della scuola di Benozzo Gozzoli..La chiesetta, dedicata all’Annunziata, aveva le stesse dimensioni della Porziuncola di Assisi .

Usciti dalla “Romita” prenderemo la sterrata verso E che ci riportera’ alle auto .

Avremo percorso circa 8 km .

Con le auto torneremo al parcheggio di Carsulae e ci avvieremo verso l’ingresso del parco archeologico per la visita degli interessantissimi ruderi della citta’ che si ergeva sul vecchio tracciato della via Flaminia . Carsulae era un’antica città di epoca romana (sebbene i primi insediamenti si registrarono in epoca pre-romana) posta lungo la futura via Flaminia, in Umbria, al confine tra i territori comunali di Interamna Nahars (Terni) e Casventum (San Gemini).Abbandonata in epoca medievale a seguito di gravi smottamenti del terreno

Iscrizioni : fino alle ore 18 del 16 maggio chiamando Giampaolo Cavalieri al 3358227738

 

 

NOTA BENE: Iscrivendosi all’attività, il Socio dichiara di aver letto e compreso il Regolamento Sezionale di Escursionismo scaricabile da qui:
http//www.cairoma.it/wp-content/uploads/2008/02/reg-ce-2021.pdf

Appuntamento: Partenza : Roma via Tiberio Imperatoreore
Appuntamento : 9,15 Bar pasticceria Evy Terni uscita Terni nord https://maps.app.goo.gl/RKdPchQ9WXA9VhCNA
Equipaggiamento: Scarponi con suola scolpita , utili i bastoncini
Iscrizioni: fino alle ore 18 del 16 maggio chiamando Giampaolo Cavalieri al 3358227738
Costo: Non dovuto