sabato 28 novembre 2020
Monti Cantari – Monte Viglio

Escursione in auto private

Difficoltà: EE
Dislivello in salita: 900 m ca.
Dislivello in discesa: 900 m ca.
Lunghezza: 14 km ca.
Ore: 7 ore soste incluse

 

Accompagnatori:
DdE Riccardo De Paris 3203019567
DdE APPLEGATE CHRISTIAN 338. 1943246
DdE Silvio Orazzini 347 4633213
ADdE DARI MATTIACCI MARCO 328.3410082

 

Descrizione:
Classico anello che prevede una lunga camminata di cresta, tra le più panoramiche del gruppo montuoso in oggetto. Prevede comunque dimestichezza con roccette e passo fermo e sicuro, capacità di disarrampicare anche usando le mani. L’escursione inizia dal Valico di Serra Sant’Antonio (1.608 m) percorrendo la sterrata che tra i colori affascinanti del foliage ci condurrà a Fonte Moscosa (1.619 m), dove il sentiero si farà sempre più ripido fino a raggiungere la bella balconata (1.770 m) sulla Valle Roveto. da lì in sentiero continuerà a salire fino a raggiungere la cresta che ci permetterà di salire sulla vetta di due cime over 2000: i Cantari (2.103 m) e, infine, il Monte Viglio (2.156 m). Proseguiremo poi oltre la vetta fino a percorrere tutto il “Crestone” e a guadagnare così il bellissimo bosco vetusto di faggi (faggeta primaria): qui gli alberi plurisecolari presenti sono numerosi e dalle dimensioni ragguardevoli: non mancano esemplari morenti o addirittura marcescenti e già rovinati a terra per via dei fulmini o del peso della neve. Nel vuoto lasciato dai grandi patriarchi caduti si può osservare la corsa frenetica delle varie specie arbustive del sottobosco ad occupare il vitale spazio luminoso prima che venga colonizzato da qualcun’altro. L’ambiente del bosco vetusto è estremamente interessante dal punto di vista naturalistico e biologico poiché permette la sopravvivenza di numerosissime specie animali e vegetali in altri luoghi assenti. Per approfondire: http://www.orizzontisimbruini.it/la-faggetavetusta-parte-i/. Dopo aver camminato tra questi alberi, muti testimoni del tempo che passa, tra fenomeni carsici e il frusciare delle foglie, ritroveremo le nostre auto. Si riserva precedenza agli iscritti alla Sezione CAI di Roma. I soci interessati dovranno comunicare agli accompagnatori il luogo dell’appuntamento prescelto; si invitano i partecipanti a raggiungere in autonomia il punto di ritrovo di valico Serra Sant’Antonio per evitare il più possibile contatti con non conviventi.

NOTA BENE: Iscrivendosi all’attività, il Socio dichiara di aver letto e compreso le norme operative della Commissione Centrale Escursionismo scaricabili da qui:

http://www.cairoma.it/wp-content/uploads/2020/06/PROTOCOLLO-per-Partecipanti.pdf e si impegna, sotto la propria responsabilità, alla stretta osservanza delle stesse e di ogni norma statale e locale, in materia di prevenzione sanitaria, consapevole che qualsiasi inosservanza comporta l’immediata esclusione dal gruppo; gli accompagnatori hanno il compito di farle osservare. Ogni partecipante dovrà presentare un modulo di autocertificazione scaricabile da qui:

http://www.cairoma.it/wp-content/uploads/2020/06/Autodichiarazione_CAIRM.pdf

Appuntamento: ore 07:00 fermata Metro EUR FERMI (lato Viale America) OPPURE ore 9:00 Valico di Serra
Sant’Antonio (Filettino, FR)
Equipaggiamento: Bastoncini, abbigliamento di media montagna
adatto alla stagione, pranzo al sacco, crema solare,
giacca antipioggia. Obbligatori: scarponcini a collo
alto, mascherine, gel disinfettante a base alcolica
Iscrizioni: fino a venerdì 27 novembre ore 18.00 per telefono, whatsapp, sms agli accompagnatori.
Costo: € 5,00 + costo del viaggio da dividere con l’equipaggio cui si viene assegnati (il proprietario
del mezzo di trasporto non paga)