sabato 12 settembre 2020
Gran Sasso – Monte Bolza 1935 m

Escursione in auto private

Difficoltà: EE
Dislivello in salita: 450 m ca.
Dislivello in discesa: 600 m ca.
Ore: 6/7 ore

Accompagnatori:
DdE Carlo Resti 3683018482
AE Massimo De Giorgi 
DdE Riccardo Pugnali 

Descrizione:
Dal parcheggio a Campo Imperatore vicino al bivio lago Racollo 1568m, si prende lo stradello in salita sui fianchi del Bolza percorrendolo fino a poco prima della Sella Ovest 1645m. Da qui in direzione E si inizia a salire senza via obbligata il ripido pendio della Cresta Ovest 1750m. Si supera quindi un risalto di piccole rocce fino a raggiungere la Cima di Monte Bolza 1927m. Indi si cammina in cresta ed il panorama qui induce ad una sosta con visione a 360 gradi di un ambiente selvaggio. Il cammino prosegue sempre in filo di cresta con alle spalle il Gran Sasso d’Italia. Si raggiunge rapidamente l’anticima ovest 1860m e  senza abbandonare il sentiero, con qualche facile salto di roccia, si arriva alla cima est del Monte Bolza 1904m. Da qui si scorge a S l’abitato di Castel del Monte. Dopo una seconda sosta per rifocillarsi si volge ad E e NE cercando un ripido sentiero poco evidente che scende in direzione di un grande masso piatto. Raggiunto il masso si procede verso il N geografico in traverso per raggiungere un altro masso erratico a quota 1750 m ca.

Da questo punto inizia la fase di “orienteering” per la discesa nel canyon dello Scoppaturo, tenendo come lontano riferimento per la direzione l’ampio fronte detritico della Fornaca sotto le pendici del monte Prena.

Trovato il canyon, potendo accedervi da vari punti a scelta, lo si percorre verso O geografico cercando di individuare su mappa o gpx vari punti e quote da: Le Tagliate 1650m a Guado della Montagna 1635m, Valle Servella 1561m o Vallelunga a dx., canali di Marcegli a sin. 1600m, Fonte Cupa sul sent. 108 a 1483m, con il Piano dell’Ospedale verso S. Poi vari punti di ingresso per il Canyon dello Scoppaturo 1550m ca. fino a Valle Cortina e Costa di Assergi a O e, in ultimo il parcheggio a 1568m. dove ritorniamo al punto di partenza.

Gita riservata ai soli Soci CAI, con precedenza agli iscritti alla Sezione di Roma – max 20 partecipanti. Portare bussola, carta e altimetro. Il percorso può comportare variazioni a giudizio degli accompagnatori o a seconda delle condizioni meteo.

NOTA BENE: Iscrivendosi all’attività, il Socio dichiara di aver letto e compreso le norme operative della Commissione Centrale Escursionismo scaricabili da qui:

http://www.cairoma.it/wp-content/uploads/2020/06/PROTOCOLLO-per-Partecipanti.pdf 
e si impegna, sotto la propria responsabilità, alla stretta osservanza delle stesse e di ogni norma statale e locale, in materia di prevenzione sanitaria, consapevole che qualsiasi inosservanza comporta l’immediata esclusione dal gruppo; gli accompagnatori hanno il compito di farle osservare. Ogni partecipante dovrà presentare un modulo di autocertificazione scaricabile da qui:

http://www.cairoma.it/wp-content/uploads/2020/06/Autodichiarazione_CAIRM.pdf 

Appuntamento: ore 6.30 piazza Sassari RM – Ritrovo in loco: ore 8.30 parcheggio dopo bivio lago Racollo.
Equipaggiamento: Bastoncini, abbigliamento di media montagna, crema solare, giacca antipioggia. Obbligatori : scarponcini a collo alto, mascherine, gel disinfettante a base alcolica
Iscrizioni: tramite mail a: carlo.resti@virgilio.it indicando se munito di auto e posti disponibili
Entro e non oltre giovedi 10 settembre ore 18.00

Costo: € 5,00. Costi di trasporto suddivisi tra i partecipanti ad eccezione degli autisti.