Escursioni sull’isola tra mare, monti e gente ospitale

Un trekking nella Sardegna Nord-Occidentale alla scoperta di una zona ancora poco conosciuta e quindi più vera, accolti dall’ospitalità della gente locale. Ai classici itinerari più noti nella terra del sole e del mare si aggiungono i colori ed i sapori dell’interno, tra boschi di naturale bellezza ed i resti di un antico vissuto. Non solo trekking ma un vero e proprio viaggio per scoprire la storia, la cultura, l’arte, il cibo. Vi sorprenderete dalle tante cose che quest’angolo di Sardegna vi farà conoscere e gustare, con i suoi percorsi ricchi dei colori della macchia mediterranea, l’azzurro del mare e del cielo, il bianco delle rocce, scorci su calette nascoste, falesie a picco sul mare e boschi incantati, in compagnia di asini bianchi, mufloni e pecore.

Programma (9 giorni/8 notti):

Venerdì 8 maggio 2020 – PARTENZA

Appuntamento alla Stazione FS ROMA OSTIENSE (di fronte alla biglietteria) alle ore 17,10 per poi prendere il Regionale 12256 delle ore 17,38 diretto a Civitavecchia, ove arriverà alle ore 18,45. Di lì, con l’autobus CV 054 delle ore 18,55, arriveremo a Civitavecchia Porto alle ore 19,03. Ci imbarcheremo sulla nave GRIMALDI, in partenza alle ore 23.00 alla volta di Porto Torres. Cena libera (sulla nave o con viveri propri). Pernottamento in cabina esterna doppia con bagno.  

 

Sabato 9 maggio 2020

Arrivo al porto di Porto Torres alle ore 6,15. Transfer (di 80’) di persone e bagagli, per escursione nella selvaggia penisola di Capo Marrargiu, tra panorami e calette nascoste, alcune delle quali raggiungibili solo a piedi od in barca. Posto lungo la costa tra Alghero e Bosa, Capo Marrargiu è al centro di un’interessante ed importante, per la quantità di specie protette e rare che ospita, riserva naturalistica regionale per la protezione faunistica, estesa circa 160 ettari. In questa zona, infatti, con le sue coste impervie, nidifica il Grifone.

Tempi escursione: circa 5 ore. Dislivelli in salita ed in discesa: m 200. Difficoltà: E

A seguire trasferimento a Bosa per sistemazione in hotel. In caso di tempo disponibile visita del centro storico e dell’antico Castello dei Malaspina che dal colle di Serravalle domina la cittadina di Bosa. Cena e pernottamento a Bosa.

 

Domenica 10 maggio 2020: La costa di Tresnuraghes ed i suoi colori.

Prima colazione e consegna del pranzo al sacco. Transfer di 45′ verso Torre Foghe. Escursione lunga la costa di Tresnuraghes (OR), a sud di Bosa, da Torre Foghe fino a Porto Alabe, tra falesie, splendide calette, macchia mediterranea e rocce di un colore rosso vivo a strapiombo sul mare. Lungo il percorso sarà possibile ammirare le torri costiere di “Columbargia” di “Ischia Ruggia” e di “Foghe”, nonché gli splendidi faraglioni di “Corona Niedda”. A fine escursione trasferimento in 15’ a Bosa. Cena e pernottamento a Bosa.

Lunghezza percorso circa 12 km. Tempi escursione: circa 5 ore, comprese soste. Dislivelli: circa m 300, in salita ed in discesa. Difficoltà: E

 

Lunedì 11 maggio 2020: Montiferru, il vulcano spento !

Prima colazione e consegna del pranzo al sacco. Transfer di circa 45’ da Bosa verso il territorio di Santu Lussurgiu, presso Badde Urbara (m 960), per escursione attorno al Monte Urtigu (m 1.050) la cima del Montiferru, antico complesso di origine vulcanica nella parte settentrionale della provincia di Oristano. A fine escursione breve trasferimento al paese di Santu Lussurgiu per visita ad una coltelleria artigianale. Successivamente trasferimento in 30’ a località Monte Sant’ Antonio (nel territorio di Macomer) per visita del sito archeologico di Tamuli (m 720) tra nuraghi, betili e tombe dei giganti. Proseguimento per Bolotana (m 472), ai piedi dei monti del Marghine, per sistemazione in hotel. Cena e pernottamento.

Lunghezza percorso circa 10 km. Tempi escursione: circa 5 ore, comprese le soste. Dislivelli: circa m 250, in salita e discesa. Difficolta: E

 

Martedì 12 maggio 2020: punta La Marmora…la vetta della Sardegna.

Prima colazione e consegna del pranzo al sacco. Transfer di 1 h e 30’ da Bolotana a Fonni (m 1.000) per escursione su Punta La Marmora (m 1.834), la vetta più alta della Sardegna. Il percorso, ricco di sorgenti, raggiunge e supera le località di Bruncu Spina (m 1.829), Arcu Gennargentu (m 1.659), Genna Orisa (m 1.782) ed infine Punta La Marmora. Il rientro è in parte sul sentiero verso Desulo fino ad Arcu Artilai (m 1.660), per poi deviare e ritornare al punto di partenza. A fine escursione rientro a Bolotana per eventuale visita del paese, uno dei borghi autentici d’Italia. Cena e pernottamento.

Lunghezza percorso circa 16 km. Tempi escursione: circa 7 ore, comprese le soste. Dislivelli: circa m 650, in salita e discesa.  Difficolta: E

 

Mercoledì 13 maggio 2020: cime del Marghine e prodotti tipici.

Prima colazione. Transfer di 15’ per escursione lungo il territorio montano del comune di Bolotana. Il sentiero collega aree boscate a roverelle, tassi e agrifogli con altipiani caratterizzati da piante della macchia mediterranea. Le quote raggiunte vanno dagli 800 ai 1200 m della Punta Palai, dove domina un panorama unico sul Nuorese, Oristanese, Sassarese e buona parte del Gennargentu. A fine escursione picnic a base di prodotti tipici a cura di un produttore locale.  Nel pomeriggio trasferimento in 60’ ad Alghero per sistemazione in hotel. Tempo libero per bagno prima della cena e pernottamento.

Lunghezza percorso 9 km. Tempi escursione: circa 4 ore. Dislivelli: m 220, in salita e discesa. Difficolta: E

 

Giovedì 14 maggio 2020: Il Parco Nazionale dell’Asinara.

Prima colazione e consegna del pranzo al sacco. Transfer di 45’ a Stintino per imbarco per l’ isola Asinara. Tempi di navigazione: 20’. Escursione a piedi, con guida autorizzata, nel Parco Nazionale dell’Asinara con partenza dal molo Fornelli per raggiungere la collina del Castellaccio (m 212), da cui domina un paesaggio spettacolare su buona parte dell’isola. Lungo il percorso sarà facile ammirare gli asini bianchi e grigi, cavalli allo stato brado, mufloni, cinghiali e diversi uccelli. Al termine dell’escursione, se i tempi lo consentiranno, breve sosta bagno prima della partenza per Stintino. Rientro ad Alghero per cena e pernottamento.

Lunghezza percorso 10 km. Tempi escursione: 5 ore, soste comprese. Dislivelli: m 250, in salita e discesa. Difficolta: E

 

Venerdì 15 maggio 2020: Argentiera e le miniere.

Prima colazione e consegna del pranzo al sacco. Trasferimento in 45’ al villaggio minerario, chiuso nel 1962, dell’Argentiera. Escursione ad anello lungo la costa a Nord di Alghero, con partenza e rientro al paesino, un tempo sede della miniera dell’Argentiera, oggi una delle 8 aree del Parco Geominerario della Sardegna. Durante il percorso si potranno ammirare degli scorci panoramici veramente unici sulle numerose insenature e calette. Al termine dell’escursione pranzo all’Argentiera con possibilità di sosta per bagno nella spiaggia omonima della borgata. Nel primo pomeriggio rientro ad Alghero e tempo libero prima della cena. Pernottamento

Lunghezza percorso: circa 9 km. Tempi di escursione: circa 5 ore. Dislivelli: circa m 400, in salita e discesa. Difficolta: E

In alternativa, in caso di condizioni meteo non favorevoli (troppo caldo) e a discrezione della guida: Camminata sul…mare.

Prima colazione e consegna del pranzo al sacco. Trasferimento per escursione a piedi: pressi del porticciolo (m 24)/spiaggia di Porto Ferro. Il sentiero si snoda tra la macchia mediterranea, torri spagnole dune, spiagge e caratteristiche calette, ed attraversa uno dei tratti di costa più selvaggio della zona. Tempi escursione: 5 ore. Nel pomeriggio rientro in 15’ ad Alghero e tempo libero per visita della città o per bagno al mare prima della cena. Pernottamento ad Alghero.

 

Sabato 16 maggio 2020 – PARTENZA

Prima colazione. Tempo libero prima del trasferimento (45 minuti circa) da Alghero al porto di Porto Torres, per partenza della nave GRIMALDI alle ore 12,15. Come all’andata, ogni partecipante deve provvedere per il pranzo. L’arrivo al Porto di Civitavecchia è previsto alle ore 20,00. All’arrivo troveremo ad aspettarci un mezzo della Calabresi che in circa 2 ore ci porterà e lascerà a Roma in Piazzale dei Partigiani.

 

Cosa portare giornalmente (indispensabile): scarponcini da trekking; zaino giornaliero; pronto soccorso personale; borraccia da minimo 1 litro; mantellina e/o ombrello tascabile per eventuale pioggia; costume e tutto il necessario per i bagni al mare; scarpette da scoglio; lampada frontale; bastoncini telescopici.

 

Quota individuale di partecipazione: € 960,00 (SALVO CONGUAGLIO), per minimo n. 18 partecipanti e massimo n. 38.

 

La quota comprende:

  • Vitto:
  • numero 7 cene, con vino della casa ed acqua inclusi, da quella del giorno di arrivo a quella dell’ultima giornata di trekking;
  • tutte le prime colazioni, esclusa quella dell’arrivo;
  • i pranzi al sacco previsti nel programma, compresa la degustazione di prodotti tipici del quinto giorno.
  • Alloggio in camere doppie;
  • Guida/e escursionistica/he locale/i sempre al seguito;
  • Mezzi adeguati per tutti i transfer di persone e bagagli previsti nel programma, con autista e carburante compresi;
  • Sulla nave GRIMALDI: cabina esterna doppia, con bagno, l’ 8 maggio p.v., ed il passaggio ponte, il 16 maggio p.v.;
  • Biglietti ferroviari ordinari di andata e 2^ classe Roma Ostiense – Civitavecchia Porto;
  • Pullman Calabresi Civitavecchia Porto – Roma, Piazzale dei Partigiani, il 16 maggio p.v.;
  • Parziale rimborso spese accompagnatori;
  • Contributo Sezione CAI Roma.

 

La quota non comprende:

  • Consumazioni a bar e pasticcerie;
  • Tutti i trasferimenti non previsti nel programma;
  • Tasse di soggiorno se e dove eventualmente previste;
  • Biglietto di andata e ritorno Stintino – Asinara (nel 2019 € 18,00 + € 5,00 per tassa di sbarco sull’isola);
  • Guide turistiche, dove previste, per visita a monumenti, musei, ecc.;
  • Biglietti ingresso musei, monumenti, ecc.;
  • Bibite extra durante i pasti;
  • Il pranzo del 1° giorno (arrivo) e quello dell’ultimo giorno (partenza);
  • Supplemento per eventuali camere singole (limitatissima la disponibilità e comunque, ove possibile, pari ad € 20 per partecipante, al giorno);
  • All’andata, sulla nave Grimaldi, la cabina esterna singola (supplemento di € 65,00)
  • Tutto quanto non espressamente citato alla voce “La quota comprende”.

N.B.: Nel caso di singoli “forzosi” (nel caso cioè dell’impossibilità di abbinamento ad altri partecipanti o di sistemazioni, anche nella notte in nave, comunque alternative) colui che ricade in tale situazione è tenuto – pena l’impossibilità di partecipare al trek – a corrispondere il supplemento per la camera ad uso singolo/cabina esterna singola.

 

N.B. La sistemazione prevista potrà essere cambiata in caso di sopraggiunte necessità legate al viaggio ovvero all’indisponibilità in tali località.

 

LE ESCURSIONI POSSONO ESSERE MODIFICATE NELL’ORDINE GIORNALIERO, ANNULLATE O SOSTITUITE IN CASO DI AVVERSE CONDIZIONI METEOROLOGICHE O COMUNQUE DI FORZA MAGGIORE.

 

E’ NECESSARIO ESSERE IN REGOLA CON L’ISCRIZIONE CAI  PER IL 2020.