Si terra’ il giorno 3 dicembre alle ore 17,30 nei locali della Sede in Via Galvani 10 , la conferenza di archeoastronomia “Il cielo e le valli alpini: spigolature archeoastronomiche ”  a cura dell’ingegner Massimo Calabresi .

Dopo aver introdotto brevemente il tema dell’astronomia culturale e le motivazioni per cui sin dall’antichità l’uomo ha osservato il cielo, verranno ricordati alcuni concetti fondamentali di astronomia sferica, alla base delle considerazioni che verranno successivamente esposte. Si illustrerà quindi  l’utilizzo, da parte delle popolazioni indigene, delle cime come
meridiane naturali e l’impiego delle catene montuose in qualità di calendari naturali. Da ultimo si evidenzieranno alcuni elementi astronomici presenti nelle chiese alpine.