martedì 2 maggio 2017
Lazio – Emissario lago di Nemi

Escursione in auto private

Difficoltà: T/E
Dislivello in salita:Inesistente
Dislivello in discesa: Inesistente

Accompagnatori:
DdE Giampaolo Cavalieri 3358227738
DdE Antonello Binni
ADdE Giuseppina Leone 

ISS Salvatore di Bartolo  (gruppo Speleo)

AISS Erika Gramilano  (gruppo Speleo)

Descrizione:
Escursione Montagna Terapia del gruppo sezionale “Luca Mariotti” con la collaborazione degli accompagnatori del gruppo sezionale Speleo .

 

Appuntamento : ore 9,30 al distributore Esso di  ple Galloro ad Ariccia chiesa “ Mater Dei Misericordia”  (collegio San Francesco Saverio ) circa 1 km dopo aver superato il ponte di Ariccia .

 

Dopo il caffe’ muoveremo le auto e dal centro di Genzano raggiungeremo via Diana che costeggiando il lago ci portera’ al parcheggio presso il Museo delle navi romane di Nemi .

A piedi lungo la strada asfaltata , prestando attenzione , torneremo indietro fino all’imbocco del condotto di immissione dell’emissario .  L’Emissario di Nemi è un condotto artificiale realizzato nel IV secolo a.C. per regolamentare il livello delle acque del lago ed evitare straripamenti sui terreni circostanti pianeggianti e per fornire acque di irrigazione alla piana di Ariccia. L’opera si sviluppa  collegando il lago di Nemi alla piana di Ariccia. La struttura  consiste in un condotto principale la cui altezza in alcuni punti supera i 4 metri e che presenta alle estremità le uscite verso l’esterno. Dalla parte del lago è presente inoltre l’ingresso monumentale con le opere di presa che tramite un condotto laterale arriva alla galleria principale (in alcuni punti l’altezza si riduce a 1,4 metri). Al centro del condotto principale, dove c’è la sorgente interna, vi è una diramazione percorribile con attenzione che permette di visitare una saletta concrezionata e si reimmette nel condotto principale. All’inizio ed alla fine sono visibili i pozzi di aerazione e lungo il percorso ci sono delle diramazioni laterali non percorribili. Lungo il percorso si potrà osservare come il condotto attraversi gli strati tufacei e poi passi nel banco di basalto. Interessanti le inclusioni piroclastiche.

Entreremo divisi in piccoli gruppi in modo da muoverci piu’ agevolmente all’interno .

La sosta pranzo si effettuera’ in un luogo  deciso dagli accompagnatori in base al tempo impiegato . Finita l’escursione in grotta se ci sara’ il tempo potremmo effettuare una breve passeggiata al centro di Nemi .

N.B. È considerata una grotta facile in quanto non presenta particolari necessità, è solo richiesta una buona capacità di camminare.  il percorso è in pianura tranne un passaggio di pochi metri in ripida discesa/salita su roccia ed in alcuni punti l’altezza del passaggio è di circa 1,40 metri. Il dislivello tra ingresso ed uscita è limitato a 10 metri circa con una lunghezza totale della traversata è di circa 1650 metri . Come per tutti gli ambienti ipogei è obbligatorio essere dotati di casco con sottogola omologato per l’attività sportiva, di un impianto di illuminazione personale idoneo all’ambiente ipogeo da montare sul casco. Si raccomanda inoltre di avere le mani libere per poterle usare nella progressione. Il fondo su cui si cammina è in generale compatto ma si raccomanda la massima attenzione per il pericolo di inciampo e/o scivolata e sono richieste scarpe da escursionismo, chiuse e con suola antisdrucciolo o stivali in gomma. In relazione alla temperatura interna di circa 12 C°, con elevata umidità, alla possibilità di urtare le pareti ed alla presenza dell’acqua si raccomanda un abbigliamento adeguato che possa essere sporcato e bagnato con la possibilità anche di strappi a causa di eventuali contatti con le pareti ed elementi sporgenti.

 

Appuntamento: Distributore Esso ple di Galloro ad Ariccia ore 9,30
Iscrizioni:  telefonando a Giampaolo Cavalieri n. 3358227738 entro le 18 del 30 aprile 2017 . E’ necessario essere iscritti al CAI per l’anno 2017 .
Costo: Non Dovuto