Da sabato 20 maggio 2017 a domenica 21 maggio 2017
Sibillini – Monte Castel Manardo/Monte Banditelli

Escursione in auto private

Difficoltà: EE
Dislivello in salita: Max 900 m
Dislivello in discesa: Max 1300 m
Ore: max 7 ore

Accompagnatori:
DdE Massimo De Giorgi 
DdE Enrico Calvetti 
AE Massimo Spagnoli

Descrizione:
DESCRIZIONE

Una catena montuosa che si erge nel cuore dell’Italia fino a raggiungere, con il Monte Vettore i 2476 m. E’ qui, nel regno della mitica Sibilla che nel 1993 è nato il Parco Nazionale Monti Sibillini (oltre 70.000 ha) con lo scopo di salvaguardare l’ambiente, promuovere uno sviluppo socio-economico sostenibile e favorire la fruizione ad ogni categoria di persone sì da creare un “Parco per tutti”.

 

1° Giorno – Monte Castel Manardo (1917 m): Dal Rifugio CAI Città di Amandola (1185 m), si prende il sentiero 241 che sale fino alla cima del Monte Castel Manardo. Da qui si prosegue in cresta e giunti alla Forcella Bassete si prende il sentiero 244 che scende fino a Casale Ricci (1478 m) dove potremmo visitare un SINKHOLE, un fenomeno naturale di cui un interssante articolo è stato pubblicato su Montagne 360° nel mese di Ottobre. Continuando a scendere per il sentiero 243 e poi il 226 si giunge allo spettacolare Santuario della Madonna dell’Ambro (682 m).

 

2° Giorno – Monte Banditello (1869 m): Da Altino (1035 m) si prende la carrareccia che sale ripida fino a Cima delle Prata (1850) per poi raggiungere in cresta il Monte Banditello (1869 m). Da qui si staglia imperioso il Monte Vettore che ci farà compagnia nella pausa del pranzo al sacco. Si prosegue in direzione Sud rimanendo in cresta e a quota 1823 m si lascia la stessa prendendo il sentiero 132 che ci conduce a Fonte del Pastore (1550 m). Dopo una rinfrescante bevuta si prende il sentiero 131 fino a scendere ai resti della Chiesetta di Santa Maria in Pantano (1180 m), dove Massimo Spagnoli, Accompagnatore Emerito della sezione del CAI di Fermo, ci racconterà l’evoluzione storica della stessa e alcuni aneddoti legati ai miti della Sibilla. Torneremo poi ad Altino percorrendo un tratto del GAS. Ad Altino poi percorrendo un breve tratto sopra il paese si può ammirare una singolare conformazione carsica.

 

Costi: Stima costo mezza pensione € 60,00 a persona. Il prezzo dipende dal numero dei partecipanti. Numero partecipanti minimo 10, numero massimo 20. I soci che mettono a disposizione la macchina non partecipano alla suddivisione delle spese di autostrada e carburante (a carico del resto dell’equipaggio).

 

Appuntamento: Sabato 20 Maggio 2017 ore 6.45 Piazza Sassari.
Equipaggiamento: Normale da escursionismo
Bastoncini Telescopici

Iscrizioni: esclusivamente previo colloquio telefonico con il Direttore di Escursione Massimo De Giorgi Tel. 3286630066 o mail:panenutella72@yahoo.it  entro e non oltre il 30 Aprile 2017. L’iscrizione si ritiene correttamente confermata versando una caparra di € 20,00.
Costo: € 10,00 soci – € 20,00 non soci