Da domenica 14 maggio 2017 a sabato 20 maggio 2017
Sardegna – Parco Geominerario e archeologico del Sulcis Iglesiense

Escursione in Aereo/pulmino

Difficoltà: E

Accompagnatori:
AE Stefano Passarini 3485430215   stefano.passarini@tin.it
AE Cesare De Martino 3355241998

Descrizione:

DESCRIZIONE

Il trekking si svolge a sud ovest della Sardegna nel Sulcis Iglesiente dalla località di Capo Altano di Portoscuso (CA)  al borgo di Montevecchio (OR). E’ un percorso itinerante, in cinque tappe più un’escursione giornaliera, per un totale di circa 90 km, nel Parco geominerario ed archeologico del Sulcis, un parco che include anche uno dei tratti di costa sarda tra i più belli e selvaggi. La zona è stata riconosciuta dall’Unesco patrimonio dell’Umanità. Il percorso si sviluppa principalmente su sentieri costieri e spiagge, stradine sterrate, sentieri pietrosi di media montagna con alcuni tratti leggermente esposti e tratti lungo i torrenti con diversi semplici guadi da fare. E’ caratterizzato da dislivelli giornalieri modesti, mentre le lunghezze sono considerevoli. Trattasi quindi di percorsi privi di difficoltà tecniche, ma che richiedono un buon allenamento alla distanza. Adatto a un buon escursionista con doti di adattabilità e spirito d’avventura.

 

– Programma –

 

Dom. 14 Partenza da Fiumicino con volo Alitalia AZ1593 delle ore 9.30 e arrivo a Cagliari 10.30, quindi con un servizio privato di trasporto si raggiunge Portoscuso (CA) dove inizia il trekking alle ore 13 circa.

               Dal promontorio, con resti di torrette militari, si procede su una cresta , con panorami su parte del percorso da fare,  per  scendere poi lungo la scogliera e proseguire con sali e scendi su scalini naturali e roccette. Si passa sulle falesie e placche rocciose fino a raggiungere e traversare il sistema dunale ricoperto a tratti da una rada macchia, con dune alte qualche decina di metri sopra il livello del mare. Si raggiunge quindi Porto Paglia e a poca distanza dalla costa il posto tappa Agriturismo “L’Orizzonte” www.agriturismoorizzonte.it

              Disliv.: +110 -150 m. – Tempo di percorrenza  5,00 ore circa – Distanza circa 13 km                           

   

Lun. 15  Partenza dall’Agriturismo di Porto Paglia alle ore 8.30. Si percorre verso nord la Spiaggia di Mesu, lunga circa 3 km, fino al suo limite nord. Quindi si comincia a salire con un sentierino che taglia a mezza costa il versante costiero con attraversamento di un fosso e di una macchia e si arriva alla base di una lunga scalinata dei ruderi della Laveria Lamarmora. L’immenso impianto completato nel 1897 serviva alla frantumazione, sfangatura e separazione con setacci del materiale estratto. Dopo la visita dei ruderi del complesso minerario si risale la scalinata fino alla sommità dove c’è il paesino di Nebida e il posto tappa “Villaggio Tanca Piras”.

              Disliv. + 250 – 50 m. – Tempo di perc.  4,00 ore circa – Distanza circa 9 km

 

Mart. 16 Partenza da Nebida alle ore 7.45. Si risale con un sentiero il Canale di Cucco Aspu fino a ridosso del M. San Pietro (661m)  per proseguire con una mulattiera tra valloncelli coltivati fino alla Miniera di Acquaresi (330 m), quindi si scende nel Canyon Gutturu Cardaxiuin con una rigogliosa vegetazione mediterranea. L’enorme spaccatura dai rilievi calcarei ha pareti alte fino a cento metri e tanto vicine che pare quasi di muoversi in una grotta. Dopo averne percorso un tratto si risale sulla destra il ripido Canali ‘e s’Omini Mortu fino ad arrivare ad una strada sterrata (417 m) che in leggera discesa scende fino al mare al paese di Buggerru. Tutta questa zona appena descritta è cosparsa di siti minerari con pozzi, gallerie e manufatti vari. Quindi con un servizio di trasporto si raggiunge la loc. Portixeddu per il posto tappa con pernotto in case famiglia diffuse e cena nella trattoria marinara “L’Ancora”.

Disliv. +/- 500 m. – Tempo di percorrenza 7 ore circa – Distanza circa 20 km

 

 

 

 

Merc. 17 Partenza da Portixeddu ore 7.45. Dalla piazza del borgo si arriva fino alla scogliera per poi proseguire lungo un sentiero in dir. nord ovest e dopo aver oltrepassato due spiaggette si inizia a salire su un ripido costone fino a raggiungere la strada provinciale. Poco dopo la si lascia per prendere un sentiero ben visibile e scendere costeggiando il litorale fino a Capo Pecora. Poi con uno sterrato a mezza costa in direzione nord si raggiungono le spiagge di Scivu, quindi percorrendo tutta la battigia della Costa Verde per circa 8 km si raggiungono le Dune Sabbiose di Piscinas dove troviamo il posto tappa Hotel “Le Dune”. www.ledunepiscinas.com

              Disliv. +/- 300 m. – Tempo di perc. 8 ore circa – Dist. circa 16 km

 

Giov. 18 Partenza da Piscinas ore 9.30.  Percorrendo per un tratto verso nord la spiaggia si arriva alla foce del torrente Piscinas  e poi lo si fiancheggia verso est seguendo il sentiero CAI 191. Arrivati ad una sterrata si continua verso est fino alla confluenza con il rio Irvi che si guada e si prosegue lungo il rio Piscinas attraversandolo diverse volte fino alla località  Casa Sparedda dove prende il nome di rio Zappaioni.       Si continua a risalire il torrente sul lato destro fino alla all’Azienda Forestale e poi in un susseguirsi di saliscendi attraverso il bosco, seguendo sempre il corso del torrente che ora si chiama rio Ruggeri, si arriva al borgo minerario di Montevecchio (370 m) per il posto tappa all’agriturismo “la Miniera Fiorita”. www.laminierafiorita.it

              Disliv. + 400 m. – Tempo di percorrenza 5,00 ore circa – Distanza circa 14 km

 

Ven. 19  Partenza  da Montevecchio ore 8.30 per una escursione sul sentiero CAI 192 al Monte Arcuentu (784 m) da dove si può osservare tutta la costa a nord fino a vedere  in lontananza il golfo di Oristano.                   Il percorso inizia dalla loc. Sa Tanca, 300 mt. dal borgo, e comincia a salire, prima in dir.nord-ovest e poi in dir. nord, fino ad arrivare sotto il versante sud di Monte Maiori (725 m) e poi raggiungere Monte Arcuentu (784 m). Il ritorno è per lo stesso sentiero fino al posto tappa agri. “la Miniera Fiorita”.

            Disliv. +/- 600 m. – Tempo di percorrenza 6 ore circa – Distanza circa 14 km

 

Sab. 20  Partenza alle ore 9.00 e trasferimento con Servizio di trasporto privato da Montevecchio all’ aeroporto di Elmas per  prendere il volo Alitalia AZ 1596 delle ore 19:10 con arrivo a Roma Fiumicino alle ore 20.15

 

 

 

Appuntamento: Domenica 14 maggio ore 7.30 al banco Alitalia dell’aeroporto di Fiumicino per l’imbarco. Ore 10.30 aeroporto di Cagliari
Equipaggiamento:  da media montagna, obbligatori scarponi alti, mantella, lampada frontale, utili i bastoncini, costume da bagno
Costo: Costo: 500,00 (salvo conguagli) – Min. 12 e max. 20 partecipanti

Comprende: n° 6 mezze pensioni, trasferimento da aeroporto Elmas a Portoscuso, da Buggerru a Portixeddu e da Montevecchio a Elmas aeroporto, trasporto bagagli, rimborso di parte delle spese accompagnatori e quota sezione.
I pernotti saranno in agriturismi, case private e alberghi.
Non comprende: I voli aerei, gli ingressi nelle grotte, nei siti archeologici e nelle miniere che saranno facoltativi, i pranzi al sacco e le bevande.

Anticipo di euro 200,00 alla prenotazione – Saldo di euro 300,00 entro il 21 aprile
Versamenti da effettuare direttamente agli accompagnatori o presso la segreteria della sezione.